Bolzano

Mercatini_BolzanoBolzano è raggiungibile dal Passo del Tonale in circa 1:45 di auto. Passeggiando tra le vie si avverte da subito la combinazione della cultura mitteleuropea con quella mediterranea. La città è infatti parte dell’Italia solo dalla fine della Prima guerra mondiale ed esplorando le strette strade, le larghe ‘platzen’ (le piazze) ed i parchi che costeggiano i suoi corsi d’acqua, la sensazione è proprio quella di una città tutta tirolese. La sua eredità storica ed artistica è evidente, l’architettura di Bolzano è ricca di elementi nordici e rinascimentali, mentre la principale via dei Portici stupisce per quel suo commercio così pittoresco, montano e mondano allo stesso tempo. Non sono tanto i monumenti ad essere apprezzati a Bolzano, o meglio non solo quelli. Si rimane affascinati dall’insieme di strade e vicoli, piazze ed angoli urbani, ritrovo ordinato ed elegante di culture storiche.


Duomo di Bolzano

Duomo_BolzanoIl Duomo di Bolzano è il simbolo della città. La Chiesa stupisce per la sua architettura romanica e gotica, per il suo tetto piastrellato e per la guglia filigranata. La costruzione risale al XI secolo, ma venne più volte rimaneggiata, dapprima nel XIV secolo è successivamente durante la Seconda guerra mondiale, a seguito dei danni subiti dai bombardamenti aerei. Si può ammirare inoltre il cosiddetto Portale del vino e l’affresco rinascimentale del XV secolo degli allievi della scuola di Giotto. Nell’ultima ristrutturazione della chiesa sono state rinvenuti i resti di altre tre chiese precedenti: una chiesa paleocristiana del IV secolo d.C., una Chiesa alto medievale dell’VIII secolo e una Chiesa medievale del XI secolo, che ha poi dato vita alla costruzione attuale.

Piazza delle Erbe e Via dei Portici

La Piazza dell’Erbe di Bolzano, lunga e larga, sembra più una strada che una piazza. La si riconosce per la statua di Nettuno e porta il nome dell’antico mercato ancora oggi ospitato al suo centro e lungo le vie laterali. A nord della piazza ci si addentra verso la via dello shopping di Bolzano, Via dei Portici, pedonale e fiancheggiata da edifici del Quattrocento. Entrate in uno dei numerosi cortili e passaggi laterali per apprezzare la caratteristica storia urbana della città.

Piazza del Grano

Cuore del borgo medievale di Bolzano, la piazza più antica dell’abitato porta il nome dell’antico mercato delle granaglie, già documentato nel XIII secolo. Notevoli sono le due Casetorre fortificate, la Farmacia della Madonna, da apprezzare per gli affreschi del XV secolo, e la Casa della Pesa, che fu sede della pesa pubblica di Bolzano, edificata nel XIV secolo e in attività fino al 1780.

Museo Archeologico dell’Alto Adige e mummia di Ötzi

Il Museo Archeologico dell’Alto Adige è la “casa” di Ötzi, “l’uomo venuto dal ghiaccio” noto anche come “mummia del Similaun”, ritrovato il 19 settembre 1991 sulle Alpi Venoste, ai piedi del monte omonimo. Si tratta del corpo di un essere umano di sesso maschile, risalente a un’epoca compresa tra il 3300 e il 3100 a.C. (età del rame), conservatosi grazie alle particolari condizioni climatiche all’interno del ghiacciaio. L’esame degli osteociti ha collocato l’età della morte fra i 40 e i 50 anni. Venne scoperto per caso, insieme ai suoi abiti e al suo equipaggiamento, mummificato, congelato. Oltre alla mummia del Similaun, il museo presenta importanti raccolte dall’area dell’Alto Adige.

I commenti sono chiusi